Category: Dedicated followers of fashion


Sull’Atlante degli abiti smessi di E. Seminara

Ottobre 31st, 2015 — 9:30am

Chissà perché ogni tanto mi scambiano per fashion blogger. Non lo sono e neanche mi piacerebbe esserlo, in questo universo. Se si potessero vivere contemporaneamente più vite magari sì, d’altronde se la passano bene. Non mi impegno più di tanto a trovare capi speciali e non risparmio tre mesi di stipendio per comprare la borsa firmatissima dei miei sogni. Il mio shopping preferito è da H&M, il mio armadio è la fiera dell’abito blu, del pantalone nero, del vestito a pois, delle magliette a righe. Niente di troppo originale. Però, amo le borse e adoro le scarpe; una Chanel 2.55 e delle décolleté di vernice nera Max Mara ce le ho pure io. Felicità è: trovare una Tiffany key nel Flohmarkt di Berlino; un cappottino rosso col 50% di sconto da Zara.

atlante1

Saperne di moda e di vestiti non è cosa semplice. Bisogna conoscere le stoffe e i bottoni, i tagli e i materiali. Studiare gli stilisti e le loro collezioni. I teschi di Alexander McQueen non sono solo dei teschi. Jeremy Scott disegna i vestiti ispirandosi al fustino del Dash e li mette addosso a regine dello stile che non hanno mai fatto una lavatrice in vita loro. Guardatemi! Sto battendo il sistema con le sue stesse armi, sembra dire. L’estetica non si oppone al contenuto.

atlante2

Volevo raccontarvi dell’Atlante degli abiti smessi, libro di Elvira Seminara, una che lo sa che i vestiti non sono solo vestiti. Non c’è differenza tra le pieghe degli abiti e della memoria e sui tessuti si dipanano le trame della vita. Ci sono i vestiti nati sbagliati (che mal si intonano alla realtà), i vestiti mimetici (che si adeguano al contesto), i vestiti sereni (che infondono un senso di appartenenza a un tempo comune), i vestiti coi loro segreti. Osserviamo con troppa poca attenzione gli armadi e i cassetti, eppure lì c’è la mappa per orientarsi dentro se stessi e fuori, nel mondo, come sa la protagonista del libro, una mamma, che la tratteggia con pazienza per sua figlia. Siamo fatti così, qui è la superficie, questo è l’abisso. La scrittura di Elvira Seminara la invidio come si può invidiare un vestito azzurro di stoffa leggera che cade a pennello su quella ragazza che attraversa la strada. Elegante, impeccabile e con quel divino gusto rétro.

atlante3

Comment » | Anconvescional Marketì, Dedicated followers of fashion, In my life, Sophia

La prima volta che sono diventata Fashion Blogger (Chiaretta scansate che passo io)

Novembre 24th, 2012 — 6:22pm

La verità è che non me lo aspettavo mica. In teoria, sarei io quella che dovrebbe ravanare nel Web alla ricerca di Influencer da trasformare in Ambassador del Brand.  Sapete com’è…di lavoro faccio una di quelle nuove professioni che fa girare a elicottero l’economia del Paese, del tipo Gettatrice di Like, Postatrice di post e Ammaestratrice di Troll. Poi – certo – lo tengo anche io il blog ma in maniera molto rilassata. Un post al mese di esercizi di scrittura, di pensieri scoordinati, di cose a caso che pubblico un po’ come mi pare. Senza stress e senza tornaconti di nessun tipo. Per puro divertimento e piacere, insomma.

Per questo, mi ha molto sorpreso ricevere quest’email che come oggetto aveva “Proposta di collaborazione”: pensavo fosse una cosa del tipo enlarge your penis. Invece, era scritta seria seria e con i “distinti saluti” finali. Allorché, ho risposto “Okey, raga” e quelli mi hanno riscritto “Bella per te! Dacci l’indirizzo così ti mandiamo il nostro special pack!”.

Poi c’è stato di mezzo il ponte, sono andata alla Danimarca, son tornata. Mi ero quasi scordata di tutta la faccenda finché la segretaria dell’ufficio non mi ha informato che era arrivato un pacco per me. Per aprirlo con discrezione e senza attirare troppo l’attenzione, sono andata direttamente in sala caffè, esclamando a gran voce: «AHÒ VENITE A VEDE’ CHE M’È ARIVATO!». Formatosi un capannello di venticinque colleghe, ho quindi scartato il pacco.

Notare l’elegante posizionamento della mano

Escono fuori due eleganti scatoline viola vellutate. Le apro e rimaniamo tutte con la bocca a forma di O, finché una collega non rompe l’incantesimo esclamando “MORTACCI TUA”. Inoltre, c’è una letterina, che recita “Carissima Lauretta, tu che sei una fashionista e super attenta al glamour…”.

Mentre leggo, faccio sì sì con la testa.

Nelle scatoline ci sono due pezzi della nuova collezione Stroili Oro 2012-2013 “Chic Embrace” (consiglio naming per la prossima collezione: “Like a Boss”).

Riguardo il braccialetto, il parere è unanime: piace da morire a tutte.

Sugli orecchini si accende il dibattito: c’è chi li adora, chi dice che «sono importanti», «vanno bene per il cenone di Capodanno», «e se non ti piacciono regalameli pure». Io metto a tacere tutte al grido di: «Finitela a fare lesoloinvidiose

Torno a casa e dico al mio boy®: «Lo sai che ti tocca fare adesso?».
– «No».
– «E non muori dalla voglia di saperlo?»
– «No».
– «Adesso ti tocca fare quello che fanno tutti i fidanzati delle Fashion Blogger! Lo sai che fanno tutti i fidanzati delle Fashion Blogger?».
– «Scappano di casa?».
– «Ma certo che no! Devono scattare le foto all’outfit della loro fidanzata!».
– «Mi spiace, sto andando a comprare le sigarette».
– «Stasera i piatti li lavi tu».
– «Daje, e famole ‘ste foto!».

E quindi, dopo una leggera passata di fotoschioppe («Amore, allunga la gamba, arrota quel mento, cancella il brufolo che non fa chic, se puoi togliermi l’effetto fritz dai capelli. Ecco, bravo»), eccovi l’outfit che ho ideato per l’importante occasione: maglia OVS comprata in pausa pranzo, scarpe negozietto sotto casa dei miei (provincia di Ciociaria), pantalone H&M dell’anno scorso. Accessori, chiaramente, Stroili Oro.

Slanciata verso il basso (cit.)

Like a boss

Una che ci sta credendo parecchio

#bellachessono

Ringraziamenti al marketing team Stroili Oro che ha permesso la realizzazione DEL SOGNOH.

2 comments » | Anconvescional Marketì, Dedicated followers of fashion, It's only for Lulz

Apologia esistenziale dello Shopping coi saldi

Gennaio 6th, 2012 — 6:40pm

Non si fa di certo shopping per necessità. Lo shopping è quel rituale che gli individui di questa civiltà occidentale consumistica al tramonto, reiterano al variar delle stagioni per ribadire la propria individualità e al contempo il senso d’appartenenza ai gruppi che hanno scelto di popolare. Il periodo dei saldi è come la Quaresima per il cristiano o il Ramadan per l’islamico. Il miracolo del comprare la felicità attraverso un cappottino rosso col 50% di sconto. Nel periodo dei saldi si va tutti in pellegrinaggio all’outlet. Lì, ci vanno quelli che comprano Hogan, Louis Vuitton, magliette della salute, capi in cachemire, abiti da sera con cascate di strass dei Sommi Sacerdoti D&G. Ci va la non-del-tutto-definibile classe italica arricchitasi non emettendo, neanche per sbaglio, un solo scontrino fiscale dal dopoguerra. Lì, ci va anche l’italico che, ciononostante sia un morto di fame (o di fama), se ne va in giro col Suv. Fino a poco tempo fa, invece, la sottoscritta andava a fare shopping da Acca&Emme (il tempo dell’abito particolare), andava al mercatino, possibilmente vintage e all’estero, andava ai negozietti di Via del Governo Vecchio alla ricerca dello stivale mod, della minigonna 60s, del maglioncino 70s, della cravattina uguale a Bowie live in Berlin. Ribadire l’identità; rimarcare il senso d’appartenenza ad un determinato gruppo. Quest’anno, invece, sono andata al centro commerciale everywhere in Ciociaria. Ho preso una camicetta bianca con le righine celesti e due paia di scarpe “uh, queste sono perfette per l’ufficio” da cui ho capito che sto invecchiando. Cosa si fa quando si invecchia? Si commentano le notizie al Tg1. Dunque, a proposito di sortite spettacolari della Guardia di Finanza,  dice che sono andati a trovare un vicino di casa dei miei (sempre everywhere in Ciociaria) che se ne andava in giro con una Ferrari gialla anni ’90. Altra cosa notata: la gente non compra più come una volta. In saldo c’era tutta intonsa la collezione autunno-inverno, pari pari come l’avevo lasciata ad ottobre. Ma lasciamo stare i segnali Maya da fine del mondo. Devo andare ad adorare le mie nuove ballerine e relativo maglioncino che si abbinano perfettamente alla mia nuova Nikon rossa.

2 comments » | Dedicated followers of fashion, I read the news today oh boy!, In my life

Back to top

Utilizzando il sito, cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra o di terze parti. Maggiori informazioni QUI

INFORMATIVA SUI COOKIE Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto", permetti il loro utilizzo. I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione. Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione. I tipi di cookie utilizzati Cookie indispensabili Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti. Performance cookie Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web. Utilizzando questo sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo. Cookie di funzionalità I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web. Utilizzando questo sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo. Come gestire i cookie sul tuo PC Se si desidera consentire i cookie da questo sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito, Google Chrome 1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni 2. Fai clic sulla scheda 'Roba da smanettoni' , individua la sezione 'Privacy', e seleziona il pulsante "Impostazioni contenuto" 3. Ora seleziona 'Consenti dati locali da impostare' Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0 1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona 'Opzioni Internet', quindi fai clic sulla scheda 'Privacy' 2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto, 3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies. Mozilla Firefox 1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni” 2. Quindi seleziona l'icona Privacy 3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona 'permetto ai siti l’utilizzo dei cookie' Safari 1. Fai clic sull'icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze" 2. Fai clic su 'Protezione', seleziona l'opzione che dice 'Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità' 3. Fai clic su 'Salva' Come gestire i cookie su Mac Se si desidera consentire i cookie da questo sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito: Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX 1. Fai clic su 'Esplora' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione "Preferenze" 2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Cookie" nella sezione File Ricezione 3. Seleziona l'opzione 'Non chiedere' Safari su OSX 1. Fai clic su 'Safari' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze" 2. Fai clic su 'Sicurezza' e poi 'Accetta i cookie' 3. Seleziona “Solo dal sito” Mozilla e Netscape su OSX 1. Fai clic su 'Mozilla' o 'Netscape' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze" 2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto 'Privacy e sicurezza' 3. Seleziona 'Abilita i cookie solo per il sito di origine' Opera 1. Fai clic su 'Menu' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona "Impostazioni" 2. Quindi seleziona "Preferenze", seleziona la scheda 'Avanzate' 3. Quindi seleziona l’opzione 'Accetta i cookie " Google Analytics Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati . Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser : http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

Chiudi